Promuovere i linguaggi dell’arte contemporanea, investendo non solo sulle figure già acclamate ma anche e soprattutto su quelle emergenti. È questa la missione di Fondazione Coppola, nata a Vicenza nel 2018 su impulso dell’imprenditore, collezionista e mecenate Antonio Coppola.

Anche il luogo scelto come quartier generale della Fondazione è tutt’altro che casuale: l’antico Torrione di porta Castello. Fortificazione medievale e monumento-simbolo berico, ritratta da Bellini nella Pietà Martinengo, la torre è stata per secoli inaccessibile al pubblico.

Torna ad aprirsi oggi, trasformata dallo sforzo di Fondazione Coppola in spazio dedicato al contemporaneo - spazio espositivo, ma anche produttivo, laboratoriale, critico, formativo. Con un occhio rivolto ad esperti e appassionati, e l’altro alle nuove generazioni.